dunque

siamo a 26, ne mancano tre, di raccontiaquattromani.
– Sempre la solita storia.
– Da padre in figlio.
– Tomas senz’acca.

qualche cifra.
l’anno scorso i racconti furono 27.
due in più quest’anno.
Non so dire se i migliori di quest’anno son belli come i migliori dell’anno scorso, o viceversa. Ma quest’anno – credetemi – è migliorata la qualità. Non per altro: nella scorsa edizione non dico che feci degli editing, ma delle correzioni, anche laboriose, delle bozze sì. Quest’anno quasi nulla. L’anno scorso qualche bestialata la corressi.

Poi. Qualcuno temeva (giustamente) un calo di interesse dopo che i giurati han detto “via dalla pazza folla”.
Non è così. Oggi c’era il triplo dei visitatori di quando ho postato i primi racconti (io penso che Face sottragga, ma penso anche che Face abbia un effetto moltiplicatore), oggi c’erano gli stessi visitatori di quando, l’anno passato, postai “adesso si vota”.
Fu il giorno record di visitatori.

Poi.
Se mi sentissi all’altezza di valutare i racconti direi: Decido io chi sono i sei migliori, e se a qualcuno non va bene lo dica, che tolgo il racconto che mi ha mandato.
Certo, ho commentato, e ci mancherebbe, e ho pure partecipato, ma tenendo conto (anche) dei commenti poco lusinghieri che io e la mia socia abbiamo ricevuto, non mi metterei di sicuro tra i sei eletti.
Non faccio l’unico giurato anche perché non sono un esperto di racconti, come lo è invece la mia amica Barbara Garlaschelli, e soprattutto: non ho né tempo né voglia.

Finiti di postare i racconti dirò chi sono stati gli autori.
Le biografie e il metodo di lavoro verranno inseriti se la mia amica “t” avrà voglia e tempo di fare l’ebook come l’anno passato.
Altrimenti creerò una pagina con tutto: racconti e biografie.

28 pensieri riguardo “dunque”

  1. Ora fuori i nomi, leviamo il coniglio dal cappello.

    Ho scherzato, fino ad ora, tranne nel commentare racconti, alcuni, che mi “prendono” per argomento, per esperienza diretta ( che mi siano piaciuti o meno). Ebbene: sì, lo scorso anno ho avuto l’impressione che qualcuno fosse a conoscenza di chi avesse scritto alcuni racconti e che tutto, alla fin fine, servisse da vetrina ad alcuni scrittori pubblicati.Più altrove che qui, a dire il vero. In altri cosiddetti concorsi, tant’è che preferisco la rassegna. Ne ho fatta una a cui hanno partecipato 45 persone, sul mio blog, 46 con me stessa, pur essendo nessuno.
    Il concorso tuttavia è più divertente, crea quel marasma da “isola dei famosi” senza spostarsi da casa, che fa storcere il naso a chi si ritenga superiore alle nefandezze televisive. Di fatto ci si comporta allo stesso modo.
    Il concorso vivacizza. Attrae visitatori, è innegabile. Crea malumori e litigi, io stessa ci sono cascata più volte, qui e là.
    Le regole vanno proposte sul momento e non in itinere e saranno in ogni caso contestate.
    Siamo dei malmostosi esibizionisti o non scriveremmo.
    Se si proclama giudice supremo il blogger, c’è chi lo accuserebbe di voler strafare.
    Se si sceglie una giuria, qualcuno ne metterebbe in dubbio l’onestà o il credo.
    Se ci si vota da soli, sorge il dubbio che si favoriscano gli amici.

    Tutti quanti però, se partecipassimo a concorsi ufficiali sapremmo che: le giurie sono di parte, le case editrici si spartiscono il bottino, la politica ci mette non solo lo zampino ma tutto un quarto di bue.

    E allora che si fa?
    Si protesta dove si può, tra noi, tra persone che scrivono per diletto o per mestiere pur non essendo noti all’universo mondo.
    Baruffe di periferia, che tuttavia dovrebbero unire, non separare.
    Io mi auguro che qui, un giorno, qualcuno dei presenti sia acclamato come scrittore dell’anno per poter dire: eravamo “amici di blog”! L’ho conosciuto, ci siamo anche presi per i capelli o un po’ in giro.
    Faccio periodicamente pubblica ammissione di scetticismo, è vero. In tale atteggiamento è contenuta tuttavia una buona dose di sostanziale benevolenza.
    Siamo personaggi di un’unica commedia, la vita.

    Abbraccio finale.Io sono così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...