tra i ricordi

due settimane fa ero qui.
a ripensarmi ragazzino, magari con un libro di Salgari o Verne, o Dumas; e a ripensare a Barone, il mio primo cane; lo vidi per la prima volta qui, a venti chilometri da Cortona, nel 1991.
nostalgia canaglia, insomma.
(la quarta foto, la seconda a destra, in basso, è stata scattata dall’interno della casa, dove, da bambino, ascoltavo i racconti di povertà, caccia, malìe…).
(mi spiace non aver fotografato un bel cavallo, che bighellonava e si faceva i fatti suoi).
E’ in questa casa che ho ascoltato i racconti dell’Angiola.
Angiola, ti ricordi che, credo nel 1956, un prete prima mise incinta una donna e poi l’ammazzò, cercando di far credere che fosse annegata in un rio, e ti ricordi Angiola che ci fecero una canzone… Chi la gettò la donna sul rio / fu don Amilcare figlio di Dio…
E certo che mi ricordo…

Autore: remo

Scrivo, ma in vita mia ho fatto di tutto: cameriere, operaio, portiere di notte. Sono stato anche disoccupato. Mi mi sono laureato lavorando. Poi ho fatto il giornalista e scrivo anche libri

1 commento su “tra i ricordi”

  1. Salgari, Verne, Dumas. Il primo libro che lessi veramente fu “Viaggio al centro della terra”. Letture condivise, Remo. Amarcord. Libri che ti aprivano vasti orizzonti. Oggi vedo i ragazzini alle prese con prodotti seriali tipo “Geronimo Stilton” e mi prende la tristezza. Ma forse incappo nel consueto cliché di chi ha qualche anno sulle spalle: “Non ci sono più i libri di una volta”.
    8-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: