Natale 2013

Quando ero piccolo ero povero e come per tutti i bambini poveri la vigilia di Natale era il giorno più bello dell’anno. Anche l’ultimo giorno di scuola, però, era il giorno più bello dell’anno. Insomma, erano due. Profumavano, entrambi, uno di neve, anche se non c’era, l’altro di sole. Quello, che io ricordi, c’era. Buon Natale

PS Da grande, mi è sempre piaciuto, la notte della Vigilia, scrivere. Lo farò anche stanotte. Sto per finire un giallo-denuncia contro le multinazionali del farmaco e contro il progresso che avanza: nucleare, ogm, pesticidi. Penso proprio che lo finirò stanotte.