Un uomo che pianta un albero per un bambino non può che essere un grande uomo

Oggi hanno sepolto Lino, e io non c’ero. Proprio ma proprio non potevo.
Ciao Lino e grazie, avrei voluto dirgli, come gli han detto, lo so, in cento.
Andrò a Sermide presto. Zena ci accompagnerà alla sua tomba.

Grazie a Librini
grazie perché – lei con non lo conosceva – ha trovato le parole giuste.

Un uomo che pianta un albero per un bambino non può che essere un grande uomo.