Pontiggia, Borges e gli attacchi sudati che diventano attacchi geniali

«Due sono ogni anno i premi Nobel della letteratura: uno è quello che viene assegnato al vincitore, l’altro è quello che non viene assegnato a Borges».Giuseppe Pontiggia#attacchigeniali

Prima, Pontiggia, ne aveva scritti altri. Bocciandoli.

Primo tentativo: «Mi sono chiesto più volte da cosa dipenda lo straordinario successo…». Cosa c’è che non va in questo primo tentativo? («Mi sono chiesto…» non va bene perché al lettore non interessa che io mi chieda).Secondo tentativo: «La tenacia con cui ogni anno l’Accademia Svedese nega ogni anno a Borges…». (Qui è una catastrofe perché inizio con «La tenacia…». In Italia è una parola infausta, soprattutto dopo che Vittorio Alfieri si legò alla sedia per imparare i classici).Terzo tentativo: «Da almeno 3 lustri sono 2 i premi Nobel della letteratura…».(«Lustro» è una parola di derivazione classicistica che sta per 5 anni, e ha una connotazione troppo letteraria. Quindi è come una zaffata di gelido vento neoclassico che allontana incompetenti e competenti).

tratto da

http://salvatoreloleggio.blogspot.com/2014/10/borges-dove-il-tuo-nobel-giuseppe.html

Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da remo . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su remo

Scrivo, ma in vita mia ho fatto di tutto: cameriere, operaio, portiere di notte. Sono stato anche disoccupato. Mi mi sono laureato lavorando. Poi ho fatto il giornalista e scrivo anche libri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...