Sposerò una principessa e poi fuggirò

Domattina mi sveglierò presto, berrò qualcosa di caldo e poi andrò per funghi e per castagne, oppure no, andrò al fiume a cercare refrigerio, ma senza attardarmi, perché domani è anche il grande giorno, infatti mi sposerò con una principessa di sedici anni, non l’ho ancora vista, ma mi dicono che sia bellissima, e ho altre cose da fare, domani, tantissime, scrivere una poesia, bagnare l’orto, curare la mia vecchia schiena; non vi nascondo, però, che non vedo l’ora che arrivi la mezzanotte di domani: al porto c’è una nave che mi attende, sparirò, andrò in un mondo lontano diverso, solo io, senza parole e pensieri che fanno male. Dove si sogni ancora…