La suora: tornassi indietro

Tornassi indietro a novembre 2021, farei alcune modifiche al libro La suora, uscita i primi giorni di dicembre.
Il titolo continua a piacermi. Un editore che stimo mi disse “fa ridere” e quindi lo lesse, ma prevenuto. Il titolo, invece, a me continua a convincere.
Cosa cambierei.
Golem lo ha proposto nella collana Le vespe, insomma i gialli. Fui io a dire che ci poteva stare.
Tornassi indietro lo proporrei come un libro di narrativa, punto.
I miei gialli, lo so bene, sono poco gialli: c’è altro. Ed è – lo dico seriamente – un difetto.
Poi cambierei la copertina, quella attuale non mi convince.
E infine, sulla quarta di copertina scriverei di meno, molto di meno. Scriverei questo:

Lago d’Orta, una sera di gennaio. Romolo Strozzi incontra una donna, ma ha altro per la testa. È un fuggitivo, perseguitato da fantasmi e sensi di colpa. I due parlano, dopo due ore lui capisce che vorrebbe passare la notte con lei, ma lei gli rivela che sta per diventare una suora. Da quel momento, Nora diventa l’ossessione di Romolo Strozzi, un’ossessione che lo porterà a scavare su una storia d’amore finita tragicamente durante gli ultimi giorni del secondo conflitto bellico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...