post di fretta

Il blog non perdona.
500 e più visitatori se lo aggiorni tutti i giorni, sforzandoti di scrivere qualcosa di interessante.
300 scarsi se batti la fiacca.
dopo questa posso andare a mangiare, che sono le 23 e 10 minuti (e mentre aspettavo l’okay dalla tipografia mi sono letto un paio di post, uno di Giulio Mozzi su Vibrisse e l’altro di Serino su Satisficition.
Ve li segnalo:
Dopo  20 anni ancora lo scouting ai piccoli editori
(dove si parla di editoria, sempre lei)
e Distinzioni
(dove si parla di italiani – scusate ma son di fretta – che credono a tutto, forse)
Vado: post fatto in 6 minuti.